fbpx
fercam.com
Autopart e logistica: quali sono le sfide?

Autopart e logistica: quali sono le sfide?

Le case automobilistiche optano per la terziarizzazione totale o parziale della loro supply chain. La particolarità di questo settore richiede agli operatori logistici una sempre maggiore specializzazione.

Automotive e logisticaL’aspetto più significativo della logistica autopart (ovvero dei ricambi automotive) è il desiderio delle case automobilistiche di ridurre al massimo gli stock periferici, provando a lavorare sul venduto con consegne da uno, massimo due punti di distribuzione per ogni nazione europea. Pertanto per gli operatori logistici è aumentata la complessità, la pressione sui tempi di consegna e la richiesta/necessità di poter contare su reti distributive sempre più efficienti e capillari sul territorio coperto.

Sul fronte dei nuovi modelli relazionali tra case costruttrici ed operatori logistici, sono allo studio progetti che coprono l’intera supply-chain dall’approvvigionamento alle fabbriche (materie prime), fino alla consegna finale dei veicoli e alla gestione dei ricambi.

Buona parte delle case automobilistiche ha terziarizzato tutta o in parte la propria logistica produttiva e distributiva. Per i costruttori che hanno fatto la scelta strategica di gestire la logistica direttamente, questo non significa lo svolgimento di tutte le operazioni in proprio, bensì di avvalersi di partner specializzati a cui affidare singole fasi della supply chain mantenendo un controllo diretto e dettagliato del flusso logistico.

I nuovi elementi di complessità al quale la logistica deve rispondere sono nell’ordine:

  • supply-chain molto tesa
  • veicoli con una maggior complessità e nuove tecnologie-apparati di bordo e standard qualitativi e di performance in crescita.

Nel flusso logistico assumono particolare rilievo:

  • la puntualità del servizio
  • il monitoraggio delle varie fasi del trasporto e
  • la capacità di intervento nei casi di emergenza.

I provider logistici ad integrazione dei servizi base offrono un ampio ventaglio di attività complementari sempre più specialistiche come ad esempio:

  • il pre-assemblaggio di alcune componenti (per ridurre la complessità ed il numero di pezzi da assemblare in linea di montaggio),
  • il controllo di qualità,
  • la preparazione e consegna dei materiali alla linea di montaggio con diverse tecniche e modalità operative.