fbpx
fercam.com
Leadership di costo o leadership di servizio?

Leadership di costo o leadership di servizio?

La logistica delle merci deve incentrarsi sul fornire nuovi servizi a valore aggiunto

leadership di costo o di servizioLa relazione esistente tra livello di servizio e costo logistico è certamente il punto di partenza per ogni azienda per affrontare il suo posizionamento competitivo nei diversi mercati di sbocco commerciale e, di conseguenza, per poter fissare il corretto rapporto tra qualità del servizio e condizioni tariffarie. In questo senso risulta centrale l’ascolto del cliente, al fine di verificare le possibili aree e azioni future che possono portare ad un sensibile miglioramento del servizio (intervento di efficacia e miglioramento della qualità) oppure a minimizzare l’incidenza del costo logistico (interventi di efficienza).

Per rendere ancora più evidente la stretta relazione esistente tra livello di servizio e costo logistico, il concetto di leadership di costo intende fornire lo specifico prodotto o servizio al prezzo più basso possibile senza compromettere la qualità della prestazione logistica; mentre la leadership di servizio mira a differenziarsi e affermarsi sul mercato con la massima qualità e personalizzazione del servizio.

Certamente la logistica delle merci, nel corso degli ultimi anni, ha registrato un forte ripensamento del rapporto tra fornitore di servizi logistici e azienda, che non è più basato sulla capacità di risparmiare sui costi di trasporto, ma si sviluppa, secondo FERCAM, attraverso una maggiore sincronizzazione delle varie fasi che compongono la catena della logistica, in modo da fornire nuovi servizi ad elevato valore aggiunto, dove regolarità, tutela del prodotto e sicurezza del servizio, servizi door to door e soluzioni personalizzate misurano la qualità e la scelta dell’operatore.

La security in logistica

La security in logistica

Elemento fondamentale per garantire la sicurezza delle merci durante il trasporto e la distribuzione

Security in LogisticaDare la massima importanza alla sicurezza e prevenzione delle merci, durante le operazioni di trasporto e distribuzione è uno degli obiettivi strategici dei maggiori e più qualificati operatori logistici, che si può raggiungere grazie all’inserimento di specifiche figure professionali. L’introduzione nell’organigramma del profilo di “Security & Loss Prevention Manager”, rafforza la capacità di un operatore logistico di garantire un elevato grado di sicurezza e tracciabilità dei flussi lungo l’intera catena del trasporto, con l’obiettivo di fornire un servizio logistico a zero difetti. La funzione del Security & Loss Prevention Manager, si focalizza sull’attività di analisi, sviluppo e attuazione delle strategie, politiche e piani operativi volti a prevenire tutti quei comportamenti colposi o dolosi che potrebbero provocare danni diretti o indiretti alle persone o alle risorse dell’azienda.

Le procedure adottate hanno l’obiettivo di erogare un servizio a zero difetti, partono da una profonda rivisitazione dei processi produttivi ed organizzativi e dalle potenziali vulnerabilità e minacce interne “near-miss”, la cui analisi, costituisce elemento basilare per il miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza dei processi di sicurezza e prevenzione degli incidenti. A supporto delle risorse umane vengono introdotti anche innovativi sistemi di controllo dei flussi, per innalzare il livello di attenzione e la security generale delle merci, Tra queste si possono includere, ad esempio, nuove procedure di controllo ai varchi di ingresso e uscita delle piattaforme cross-docking e il controllo satellitare su tutti gli automezzi che effettuano le trazioni stradali tra la rete di filiali.

Ma il fulcro del modello di Security & Loss Prevention è rappresentato dalla creazione di una centrale operativa che garantisce la supervisione, controllo e gestione da remoto di:

  • accessi pedonali e varchi veicolari degli stabilimenti e delle piattaforme logistiche e cross-docking;
  • perimetri dei magazzini e delle aree di lavoro;
  • aree carico/scarico e deposito automezzi;
  • aree di stoccaggio delle merci ed aree critiche;

oltre a garantire la tracciatura degli automezzi e dell’integrità delle merci durante il trasporto.