Fercam Blog
8 marzo 2017 - by: Paolo Sartor

La logistica del vino: una filiera complessa e difficile da organizzare

La logistica del vino è un settore molto delicato e che richiede una maggiore attenzione, per la peculiarità del prodotto stesso

La logistica del vinoIl comparto del vino in cifre vanta una produzione mondiale di circa 300 milioni di ettolitri, di cui 170 milioni si riferiscono ai Paesi dell’Unione Europea. La quota italiana è pari a 48 milioni di ettolitri (ripartita tra oltre 700 mila produttori, pari al 17% della produzione mondiale ed al 30% di quella comunitaria) e vale oltre 13 miliardi di euro, di cui circa 3,5 miliardi in export. La logistica del vino in Italia è molto complessa e difficile da organizzare, rispetto ad altri Paesi europei per la scarsa concentrazione dei volumi ed in generale per le peculiarità del prodotto. In generale esiste la necessità di mantenere il prodotto nel magazzino prodotto finito a temperatura controllata, solitamente a 16°C. Generalmente vengono spediti bassi volumi per spedizione, caratterizzati da alto valore del prodotto, elevata incidenza dell’attività di picking e con una forte stagionalità dei flussi. Il prodotto in relazione al suo posizionamento sul mercato – alta gamma o bassa gamma - richiede una forte attenzione al livello di servizio e/o incidenza del costo logistico/trasporto. I canali di vendita principali sono molteplici: si va dal canale tradizionale, consegne a domicilio dei privati, Ho.Re.Ca, GDO e distributori-grossisti. Ogni canale di vendita ha problematiche ed esigenze profondamente diverse ed i produttori di vino in relazione alle diverse strategie di vendita e organizzazione commerciale definiscono specifiche politiche distributive.

Quali caratteristiche deve possedere l’operatore logistico del vino:

  • Rispetto della puntualità di consegna
  • Capacità di gestire una distribuzione capillare e multi canale distributivo
  • Forte attenzione al mantenimento di elevati livelli di servizio
  • Accurata e tempestiva gestione del reso
  • Capacità di essere misurato attraverso opportuni indicatori di verifica e mantenimento delle performance
  • Capacità di fornire informazioni sull’esito della spedizione - esitazione
  • Cogliere la tempestività dell’evento e dei possibili problemi alla consegna
  • Network distributivo già organizzato e strutturato
  • Competenza nel settore vino
  • Capacità di fare investimenti strutturali
  • Monitoraggio costante del prodotto, dal suo ingresso nella cella fino alla conferma dell’avvenuta consegna
  • Disponibilità di software per la gestione delle merci basato sulle esigenze dei produttori di vino e la gestione amministrativa al fine di modellare la prestazione in funzione del singolo produttore
Condividere
Scroll Down
OK I Cookies ci consentono di offrire il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Maggiori Informazioni