FERCAM Serbia: una squadra forte per raggiungere grandi risultati
Le nostre news

FERCAM Serbia: una squadra forte per raggiungere grandi risultati

Sempre più aziende scelgono le soluzioni FERCAM per trasportare le proprie merci da e verso la regione balcanica. A Belgrado, una delle nostre Filiali più giovani sta raccogliendo successo dopo successo, nonostante le incertezze del periodo di pandemia. Abbiamo intervistato Marko Kambic, Country Manger, per conoscere un po' meglio la filiale serba...
FERCAM Serbia_Marko Kambic

Che cosa si può dire per presentare FERCAM Belgrado?

La nostra filiale è stata fondata nel 2017, nel mese di agosto, quindi è quasi il nostro 4° compleanno. All'epoca ero il primo e unico dipendente, ma poco dopo, uno dopo l'altro, i miei colleghi hanno iniziato ad unirsi al team. Il nostro tasso di crescita è stato costante: attualmente siamo in 26 e contiamo di arrivare a 30 dipendenti entro la fine dell'anno. Siamo organizzati in tre dipartimenti: Transport Planning, Sales e Amministrazione.

La nostra capacità di essere flessibili è sicuramente uno dei nostri migliori asset. Il nostro core business è il trasporto FTL, su il territorio serbo e nella regione balcanica, per i trasporti all'interno dell'area nonché da e per l'Europa. Forniamo anche servizi LTL e possiamo impiegare veicoli più piccoli come furgoni e sprinter quando necessario, ad esempio per organizzare consegne veloci. Ci affidiamo a trasportatori e subappaltatori principalmente della regione, di cui l'80% proveniente dalla Serbia o dalla Bosnia. Forniamo un servizio specializzato per il settore automobilistico, ma gestiamo prodotti di pressoché tutte le categorie merceologiche.
 

La vostra Filiale si è recentemente aggiudicata un numero insolitamente elevato di gare: qual è il segreto del vostro successo?

È vero, in meno di un mese siamo riusciti a firmare contratti con svariati Clienti rinomati e importanti, è stato molto gratificante. Abbiamo costruito un ottimo rapporto di collaborazione con il reparto Tender Management a Bolzano e abbiamo un collega nel nostro team che si dedica interamente a questo compito. Il processo viene ovviamente gestito insieme al team di vendita, per redigere le nostre migliori offerte commerciali. Vediamo un grande potenziale nella partecipazione a queste gare, per vincere linee dall'UE alla Serbia o dalla Serbia alla regione balcanica.

La chiave del nostro successo? Correre rischi! Cerchiamo di trovare un modo per abbassare i nostri prezzi, per essere competitivi, anche se questo significa ridurre talvolta il nostro margine. Inoltre, essere in grado di garantire capacità di carico stabile è fondamentale. Uno dei nostri maggiori clienti, ad esempio, richiede il 100% di capacità tutto l'anno. Garantire questo significa correre ancora una volta un grosso rischio, perché non si sa mai cosa potrebbe realmente accadere. Tuttavia, siamo certi di poter contare su Transport Planner qualificati e all'altezza della sfida.

Abbiamo standard di qualità molto elevati e possiamo contare su una vasta rete di autotrasportatori. Pianificando strategicamente, cerchiamo sempre di massimizzare gli sforzi dei trasportatori, organizzando sempre viaggi di andata e ritorno quando possibile. Questo permette di contenere i costi ed è più ecosostenibile.
 

Per quanto riguarda la sostenibilità ambientale, qual è lo scenario attuale?

Poiché la Serbia non fa ancora parte dell'UE, gli autotrasportatori del nostro paese necessitano di un permesso speciale per entrare nei territori europei. Per ottenerlo hanno bisogno di guidare camion con motori almeno Euro V, quindi rinnovano spesso le loro flotte, optando per mezzi meno inquinanti. Stiamo vedendo molti camion Euro VI e persino qualcuno a trazione alternativa, ma quest'ultima è rara, poiché la regione è ancora priva delle infrastrutture adeguate. Ci auguriamo che queste possano essere implementate nel prossimo futuro, in modo da poter compiere questo importante passo verso modalità di trasporto ancora più ecologiche.
 

Sappiamo che state collaborando con l'Università, in cosa consiste questo progetto?

Di recente abbiamo siglato una partnership con l'Università di Belgrado, in particolare con la Facoltà di Transport & Traffic Engineering. È stato uno sviluppo naturale per noi, poiché la maggior parte del nostro team ha seguito questo stesso percorso accademico. Questa partnership strategica si concretizzerà attraverso vari programmi, come stage per studenti, conferenze tenute da dirigenti dell'Azienda presso la Facoltà, visite in Azienda, cooperazione su progetti congiunti, organizzazione di incontri scientifici e professionali, supporto a seminari per studenti, master e tesi di dottorato.

Volendo investire sui nostri futuri dipendenti, abbiamo lanciato un programma di borse di studio per gli studenti dell'ultimo anno della Facoltà, per il quale sono stati scelti tre tra i migliori studenti. Si tratta di un'opportunità per loro di conoscere il lavoro e coloro che saranno i futuri colleghi. Presso FERCAM hanno la possibilità di svolgere il periodo di stage obbligatorio, approfondire la conoscenza degli aspetti operativi e raccogliere informazioni per la stesura della tesi. E dopo la laurea troveranno un impiego sicuro in FERCAM.

Questo programma sarà sicuramente rinnovato per il prossimo anno, ed è nostra intenzione aumentare il numero di borse di studio disponibili. Rivolgendoci proattivamente ai migliori talenti nel nostro campo, stiamo costruendo una squadra competente e vincente: siamo certi che proprio questa sia la ragione principale del nostro successo.
OK I Cookies ci consentono di offrire il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Maggiori Informazioni