Fercam Blog
9 gennaio 2019 - by: Paolo Sartor

Albania: un’opportunità di business logistico

Le caratteristiche di questo paese lo rendono particolarmente favorevole per le aziende italiane

L'Albania, come ha ricordato l'ambasciatore d'Italia a Tirana, Massimo Gaiani, rappresenta ''un ponte naturale per intervenire nella più larga area balcanica''. Sono oltre 600 le aziende italiane presenti in Albania, con una forte crescita che ha avuto inizio nel 2016. Studi effettuati dall’Istituto di statistica albanese hanno rilevato come nel 2016 le imprese a capitale italiano e le joint-venture italo-albanesi rappresentassero il 47% del totale delle imprese estere, in grado di generare il 25% del volume d’affari a capitale straniero e con un indotto occupazionale dell’8% su totale degli occupati. Numeri a dir poco interessanti, che da soli spiegano la recente apertura di una nuova filiale FERCAM in Albania, a Tirana, specializzata nei servizi FTL (Full Truck Load) e LTL (Less Than Truck Load) da e per Albania e Macedonia nei collegamenti con l’Italia.

Edilizia ed energia sono tra i settori merceologici più importanti

I settori merceologici più interessanti degli investimenti italiani in Albania sono: edilizia, energia, settore agricolo e agroalimentare, infrastrutture, turismo, tessile e calzaturiero. In particolare, il governo albanese spinge sul settore energetico (elettricità e gas) e della trasformazione e conservazione dei prodotti agroalimentari. Tra i punti di forza dell’Albania si possono considerare:
  • una posizione strategica al centro del Mediterraneo
  • l’accesso al resto dell’Europa Balcanica, la presenza di buona manodopera a costi contenuti
  • una buona tenuta dell'economia e compatibilità con il sistema produttivo italiano,
  • la diffusione della lingua italiana tra la popolazione locale
  • una pressione fiscale molto favorevole.
L’interscambio tra Italia ed Albania nel 2016 è ammontato a circa 2,2 miliardi di euro. L’Italia è nettamente il primo cliente dell’Albania, con il 54,57% di quota del volume delle esportazioni, in aumento rispetto al 2015 (50,87%); è anche il primo fornitore dell’Albania, con il 29,28% di share del volume delle importazioni. Secondo i dati del 2016, dopo l’Italia, di gran lunga primo partner commerciale, figurano la Germania (7,69%), la Cina (7,06%), la Grecia (6,90%), la Turchia (5,89%) e il Kosovo (2,72%). (fonte dati statistici: www.infomercatiesteri.it ICE)
Condividere
Scroll Down
OK I Cookies ci consentono di offrire il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Maggiori Informazioni