Fercam Blog
18 ottobre 2017 - by: Paolo Sartor

La Supply Chain del pannello fotovoltaico

In Italia la domanda di impianti fotovoltaici, dopo un periodo di boom, sta registrando una fase di assestamento a livello di volumi, ma con un inasprimento della competitività tra i vari soggetti presenti nel comparto

Supply Chain del pannello fotovoltaicoPer ricercare maggiore efficienza le aziende commerciali e distributrici affidano la loro logistica ad operatori specializzati di filiera. La produzione dei pannelli fotovoltaici è caratterizzata da una supply chain lunga e frammentata – con circa il 76% della produzione di wafer fotovoltaici localizzata in Cina - nella quale a livello internazionale sono presenti molti fornitori di parti e componenti, a cui si accompagna un numero crescente di assemblatori. Questa situazione è tipica di tutte le filiere che non hanno ancora raggiunto una fase di piena maturità produttiva. Se alla sorgente della Supply Chain del pannello fotovoltaico si registrano pochi fornitori di silicio – a causa degli importanti investimenti necessari per effettuare la depurazione dell’ossido di silicio – situazione esattamente opposta si registra invece nella lavorazione e assemblaggio, dove nel corso degli ultimi anni si è registrata una forte crescita del numero di imprese specializzate in queste due attività. In tal senso numerosi fattori come:
  • l’incremento dei prezzi del petrolio,
  • l’ingresso delle politiche green e dei piani di incentivazione statale e governativa per l’installazione di fonti di energia rinnovabile
hanno comportato l’ingresso sul mercato di molte aziende produttrici dei wafer – ossia i componenti modulari impiegati per comporre le celle dei pannelli fotovoltaici. Inoltre, gli investimenti necessari per l’avvio di una impresa assemblatrice di pannelli fotovoltaici non sono elevati, considerando anche il fatto che per chi compra celle e produce pannelli, gli investimenti per la produzione sono abbastanza contenuti anche perché si tratta di organizzare l’assemblaggio di pochi componenti acquistabili in giro per il mondo. Le previsioni di vendita della Suntech - la più grande azienda mondiale produttrice di pannelli fotovoltaici – dicono che a breve termine ci sarà un calo dei volumi di vendita del 10-15% nella zona Euro, e del 25-30% nella zona dollaro. Secondo le previsioni del colosso Suntech se tutta la Supply Chain del pannello fotovoltaico sarà in grado di riorganizzarsi e razionalizzare le sue varie fasi, i costi di produzione dovrebbero in pratica dimezzarsi nel giro di poco tempo.
Condividere
Scroll Down
OK I Cookies ci consentono di offrire il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Maggiori Informazioni