Fercam Blog
16 agosto 2017 - by: Paolo Sartor

Occorre un salto di qualità in logistica

La logistica si è evoluta nel corso degli anni, ma deve essere supportata da una pianificazione strategica a livello di marketing e di informatica

Salto di qualità in logisticaLa logistica nel senso più esteso del termine sta vivendo da alcuni anni una fase di grande trasformazione sia a livello strutturale che organizzativo. In questo contesto però si avverte la necessità di una maggiore diffusione delle tematiche e degli strumenti della pianificazione strategica degli interventi infrastrutturali, del marketing logistico, dell'informatica a supporto delle diverse attività e della analisi tecnico-economica e finanziaria che dovrebbero aiutare il processo decisionale e comunque sempre precedere la realizzazione delle opere ritenute strategiche dal nostro Paese. La grande azienda ha compreso il significato strategico di questa funzione strutturandosi in maniera coerente con la propria strategia e posizionamento sul mercato, concentrando risorse umane e capitali nella ottimizzazione dei servizi logistici, al fine di garantire puntualità delle consegne e piena soddisfazione della clientela. Una strada potrebbe essere quella di organizzare e promuovere degli incontri seminariali per manager pubblici e privati sullo specifico tema della logistica, come strumento di marketing territoriale finalizzato a rendere più competitivo e attraente un territorio e per informare e sensibilizzare le persone e le aziende. Fondamentale l’approfondimento di nuove tematiche e precisamente:
  • l’evoluzione tecnologica ed organizzativa dei sistemi intermodali di trasporto e delle unità di carico;
  • l’analisi dei vincoli ed opportunità dei modelli di articolazione territoriale delle infrastrutture (sistemi hub & spoke, gateway, ecc.);
  • lo sviluppo di processi e sistemi efficaci ed efficienti di integrazione tra modalità di trasporto;
  • approfondimento del rapporto esistente tra sviluppo socio-economico ed efficienza delle rete trasportistica;
  • l’analisi dei vincoli e delle opportunità connesse al potenziamento della rete di trasporto: a livello nazionale, regionale e locale;
  • lo sviluppo di modelli di previsione e controllo degli impatti socio-economici determinati dalla costruzione e dalla messa a regime delle infrastrutture di trasporto e/o servizi logistici congiunti per una singola filiera o realtà distrettuale.
Condividere
Scroll Down
OK I Cookies ci consentono di offrire il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Maggiori Informazioni