Fercam Blog
11 luglio 2018 - by: Paolo Sartor

Tecnologie intelligenti per la gestione dei traffici del futuro

La connettività per gli automezzi consente sempre maggiore controllo sia per il cliente che il trasportatore

In un mercato sempre più globalizzato, la percentuale di veicoli connessi è destinato a crescere molto rapidamente. La connettività offre importanti vantaggi: consente ai clienti di monitorare in tempo reale la propria flotta, di tenere sotto controllo le prestazioni e lo stato di usura degli automezzi, verificare i consumi di carburante e i conseguenti livelli di emissioni dei veicoli in circolazione, i tempi di percorrenza e lo stile di guida dei propri autisti. Tramite un processo di comunicazione bidirezionale, la centrale operativa può comunicare in tempo reale con i propri autisti, indicando variazioni di percorso, nuovi incarichi, le ore residue, i miglioramenti da apportare allo stile di guida, oltre a poter intervenire in caso di guasti o imprevisti lungo la strada. Grazie alla connettività, inoltre, si è recentemente concretizzata la possibilità di adattare costantemente il piano di manutenzione del veicolo, basato non più sul chilometraggio ma sulle reali condizioni di utilizzo del veicolo. In sintesi, la gestione del trasporto nel XXI secolo necessita di operazioni che devono essere efficienti e in grado di garantire elevata reattività nelle decisioni e nella capacità di risposta al mercato, a fronte dei cambiamenti repentini che si registrano nel medesimo. In questo contesto, diventa fondamentale l’apporto fornito dall’I.T. nella costruzione ed organizzazione dei processi lungo l’intera supply chain aziendale.
Condividere
Scroll Down
OK I Cookies ci consentono di offrire il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Maggiori Informazioni