Fercam Blog
11 aprile 2018 - by: Paolo Sartor

Come scegliere l’allestimento dell’automezzo

Tra i diversi fattori che caratterizzano l’innovazione dei mezzi per il trasporto delle merci c’è anche l’allestimento

allestimento automezzoI fattori che evidenziano lo sviluppo tecnologico dei veicoli per il trasporto delle merci sono le prestazioni del motore, gli equipaggiamenti tecnici ed il confort della cabina di guida, ma c’è una componente degli automezzi altrettanto importante, rappresentata dall'allestimento. Con il termine allestimento si intendono le carrozzerie e le attrezzature montate sul veicolo adatte al trasporto di differenti tipologie di merci. Nel mercato degli allestimenti si assiste ad un continuo progresso tecnico per renderli sempre più efficienti - ossia in grado di trasportare una maggiore quantità di merce - rendendo più rapide le operazioni di carico e scarico delle merci. Agli occhi di una persona poco esperta le differenze possono non essere immediate. Tuttavia sono numerose le novità che i veicoli industriali immatricolati nel 2017 nascondono rispetto, ad esempio, a quelli prodotti agli inizi degli anni novanta. Lo sviluppo tecnologico registrato negli ultimi vent’anni dai veicoli commerciali e soprattutto industriali pesanti, è legato fortemente all’innovazione finalizzata a migliorarne le prestazioni ad esempio in termini di incremento e flessibilità della capacità di carico.

Come scegliere il veicolo

Le modalità di selezione del veicolo più adatto alle specifiche esigenze di trasporto delle merci sono legate a numerosi fattori. In linea generale, per evitare acquisti errati, è fondamentale conoscere quale sarà il reale utilizzo dell’automezzo, al fine di poter selezionare gli obiettivi prioritari e stabilire alcune caratteristiche di base del mezzo in termini di:
  • portata utile,
  • area geografica di utilizzo,
  • percorrenze medie annue,
  • volume di carico
  • e altre caratteristiche peculiari alla tipologia del prodotto da trasportare.
Sotto il profilo delle richieste legate alla tipologia di mezzi trainati (per intendersi, rimorchi e semirimorchi) il mercato si sta orientando verso unità di trasporto sempre più qualificate nei contenuti tecnici e nelle versatilità di utilizzo, con maggiori capacità volumetriche e minore tara complessiva. Per i semirimorchi le maggiori richieste sono concentrate su veicoli senza sponde laterali alla francese - oggi conosciuti con il termine “tautliner” - muniti di due porte posteriori rigide, sistema di centinatura con tetto alza e abbassa automatizzato, sistema copri-scopri del tetto, per agevolare ed accelerare i tempi per le operazioni di carico e scarico delle merci.
Condividere
Scroll Down
OK I Cookies ci consentono di offrire il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Maggiori Informazioni