Fercam Blog
6 dicembre 2017 - by: Paolo Sartor

I ceramisti possono incrementare l’utilizzo della ferrovia?

Il comprensorio della ceramica di Sassuolo rappresenta un caso emblematico

ceramisti possono incrementare uso ferroviaIl livello di attrazione della ferrovia all'interno del comprensorio ceramico è funzione delle caratteristiche e della qualità dei servizi offerti. La scelta della ferrovia è funzione della distanza e della quantità da spedire, ma anche del costo e della regolarità/affidabilità del servizio. Il trasferimento del trasporto merci da strada a ferrovia è possibile, oltre che auspicabile, a patto che vengano vengono soddisfatte alcune condizioni di base del servizio. In sostanza, la reale competitività della ferrovia è ottenibile solo attraverso la promozione di servizi intermodali strada-ferrovia che siano realmente competitivi con gli standard di servizio offerti dal trasporto stradale. Ricordiamo che il comparto ceramico si caratterizza per la necessità di movimentare elevati volumi di materie prime in ingresso e un numero considerevole di pallet – trasportati in prevalenza con mezzi stradali – ma che si prestano alla organizzazione di servizi intermodali terrestri da e per i principali bacini di traffico del centro-nord Europa. Il Comprensorio della ceramica di Sassuolo è un esempio concreto di questa necessità, per diversi motivi:
  • i volumi in gioco
  • la tipologia di prodotti
  • la forte concentrazione della produzione
  • possibili incrementi dei volumi trasportati in ingresso ed uscita con soluzioni intermodali strada-ferrovia.
Sviluppare e migliorare la gestione logistica nel contesto territoriale del distretto ceramico di Sassuolo è la sfida raccolta da alcuni operatori logistici con la creazione di aree e magazzini di consolidamento e deconsolidamento destinate in primis alla razionalizzazione dei flussi in ingresso ed in uscita dal comprensorio ceramico. La percentuale di utilizzo del modo ferroviario rappresenta il 30% dei minerali e materie prime in ingresso nel comprensorio ceramico e il 20% per cento dei volumi in uscita di prodotto pallettizzato.
Condividere
Scroll Down
OK I Cookies ci consentono di offrire il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Maggiori Informazioni