Fercam Blog
21 giugno 2019 - by: Sara Trenti

Il nuovo Tachigrafo digitale intelligente per maggiore sicurezza ed efficienza

Il nuovo tachigrafo intelligente consentirà di migliorare la gestione della flotta di mezzi, permettendo di monitorare i tempi di guida e di riposo e garantire la sicurezza e stradale, identificando eventuali manomissioni. Tutto questo grazie alla connessione satellitare, il collegamento da remoto e all’interfaccia con i sistemi di trasporto intelligenti.

Il nuovo regolamento UE prevede che dal 15 giugno tutti i camion di nuova immatricolazione e di peso superiore a 3,5 tonnellate montino a bordo il nuovo tachigrafo digitale intelligente, una versione più evoluta del classico tachigrafo. Questo strumento permetterà di monitorare la flotta in modo più preciso e garantire una maggiore sicurezza. In particolar modo sarà una fonte più affidabile di dati completi e convalidati, che possono essere utilizzati per diversi processi telematici e che sono compatibili con altre piattaforme. Ad oggi infatti i dati a disposizione non risultano essere sufficientemente autenticati per essere utilizzati.
 

Le caratteristiche del nuovo tachigrafo lo rendono uno strumento indispensabile per migliorare il fleet management


Rispetto agli attuali strumenti, il tachigrafo intelligente prevede diversi importanti cambiamenti, che permetteranno inoltre di rilevare più facilmente manomissioni, garantendo così una maggiore sicurezza stradale:
  • Geolocalizzazione del veicolo con connessione satellitare GNSS: tramite la navigazione satellitare il cronotachigrafo 4.0 registrerà automaticamente la posizione del veicolo. Tale rilevazione avverrà all'inizio e alla fine del periodo di lavoro del conducente e a intervalli di tre ore durante la guida. Oltre che per i controlli, la geolocalizzazione potrà essere usata dall'azienda di autotrasporto per gestire la flotta. I nuovi cronotachigrafi potranno connettersi ai sistemi satellitari statunitense (Gps), russo (Glonass) ed europeo (Galileo).
  • Comunicazione da remoto per la diagnosi precoce: un set di dati sarà trasmesso in modalità wireless dal tachigrafo digitale installato a bordo del veicolo in movimento al dispositivo di controllo delle autorità. L'interfaccia standardizzata DSRC permetterà di svolgere altre funzioni importanti, come la trasmissione dei dati per la pesatura dinamica del veicolo e il controllo dei pedaggi.
  • Interfaccia facoltativa con i sistemi di trasporto intelligenti: sarà in grado di fornire oltre 70 diverse tipologie di informazioni dal tachigrafo digitale tramite un'interfaccia standard. Se il conducente dispone di un tablet o di uno smartphone, potrà collegare questi dispositivi al tachigrafo intelligente tramite connessione bluetooth. In questo modo, potrà ottenere in tempo reale tutti i dati relativi alle sue attività di guida, di riposo e di lavoro comodamente e chiaramente sul proprio dispositivo mobile, facilitando così la pianificazione dei viaggi.

Questa soluzione darà numerosi vantaggi per le aziende di autotrasporto per il miglioramento del fleet management e sarà uno strumento utile ai conducenti per monitorare i propri tempi di guida e riposo e monitorarli tramite il proprio dispositivo mobile.

Per migliorare la sicurezza ed evitare manomissioni, il nuovo tachigrafo intelligente utilizza sistemi avanzati di crittografia. L’introduzione del tachigrafo digitale è obbligatoria per tutti i mezzi di nuova immatricolazione e dovrà invece essere applicata entro 15 anni per i mezzi già immatricolati.
Condividere
Scroll Down
OK I Cookies ci consentono di offrire il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Maggiori Informazioni